LA POESIA DE UGO FOSCOLO Y SU ALTER EGO EN FRANCES, GABRIEL.

Incuriosita dalle parole di Mario Fubini relative al carme Dei Sepolcri: «inno che, fra ombre e bagliori, si effonde a coinvolgere un popolo di morti e di dormienti, destinati a risorgere dal letargo sepolcrale» e dai versi di Bonaventura Zumbini, sempre in relazione al carme: «il più bell’inno che sia mai stato sciolto a quell’eterna religione dei sepolcri» e approfondendo le mie conoscenze con le letture suggerite dalla Bibliografia foscoliana di Angelo Ottolini, dalle “Rassegne foscoliane” di Luigi Fassò e dai volumi di Vittorio Cian e Bonaventura Zumbini , mi sono ritrovata immersa nell’affascinante mondo della poesia delle tombe, dell’eterno silenzio e della morte intesa come vita per colui che si sofferma a comtemplarle.
L’idea di raccogliere in un volume I Sepolcri di Ugo Foscolo, La Sépulture di Gabriel – Marie Legouvé, la traduzione italiana di Luigi Balochi, pubblicata solo un anno dopo l’originale e la mia traduzione inedita nasce dall’esigenza di dare ordine e visibilità a tante pagine disseminate che costituiscono una parte significativa della letteratura sepolcrale europea. Ma non solo, la comparazione testuale e l’analisi tematica, filologica e traduttologica delle opere sopra citate ha come obiettivo rispondere alle molteplici domande che si dibattono con frequenza nei testi critici e nei numerosi convegni organizzati su Foscolo e la tradizione sepolcrale .
Il volume si presenta come un excursus lungo le tematiche sepolcrali del XVIII secolo in Italia e Francia, tenendo come approdo il testo foscoliano de I Sepolcri che si impone per una rilettura originale di molti temi della tradizione . Intrecciata al testo di Foscolo è l’elegia del francese Gabriel – Marie Legouvé: La Sépulture che, come l’opera italiana, interpreta la tomba secondo un punto di vista storico e sociale. La comparazione tematica e l’analisi filologica e traduttologica dei testi è la parte centrale di questa indagine che si apre con l’analisi degli aspetti storico – giuridici del tema delle sepolture e si chiude con un’appendice dove si possono leggere integralmente il carme Dei Sepolcri di Ugo Foscolo e la traduzione del poemetto La Sépulture di Gabriel – Marie Legouvé recata in versi italiani da Luigi Balochi: Le pompe funebri.
Lungo e difficile è stato il percorso di ricerca bibliografica, la maggior parte dei testi analizzati si trova nella Biblioteca nazionale di Parigi, nella Biblioteca nazionale di Firenze, nella Marciana di Venezia e nelle biblioteche universitarie delle Facoltà di giurisprudenza dell’Università degli Studi di Padova, di Siviglia e dell’Università Complutense di Madrid.

PREMESSA
I. ASPETTI STORICO – GIURIDICI: IL TEMA DELLA SEPOLTURA NEL CORSO DEI SECOLI
II. PROPOSTA DI ANALISI
III. UGO FOSCOLO
1. L’uomo e il poeta
2. Foscolo poeta: l’autore de I Sepolcri
IV. LA FRANCIA POST – RIVOLUZIONARIA E IL PROBLEMA DELLE SEPOLTURE
V. LA SÉPULTURE DI GABRIEL – MARIE LEGOUVÉ
1. La traduzione italiana
VI. ANALISI COMPARATIVA DE LA SEPOLTURA E DE I SEPOLCRI
BIBLIOGRAFIA
APPENDICE
I Sepolcri di Ugo Foscolo
Le pompe funebri di Luigi Balochi

Colección
INTERLINGUA
Materia
NO¦JURIDICO, TRADUCCION
Idioma
  • Castellano
EAN
9788490450376
ISBN
978-84-9045-037-6
Depósito legal
GR. 366/2013
Páginas
96
Ancho
24 cm
Alto
17 cm
Edición
1
Fecha publicación
11-03-2013
Número en la colección
116
Tapa blanda
10,00 € Añadir al carrito